Benessere e Bellezza
possibili rimedi con metodi naturali

home page UN OMAGGIO AD OGNI ACQUISTO

Argomenti per il benessere

Flora batterica

Flora batterica

 
Possono alterare l'equilibrio della flora batterica intestinale:
  • Stress
  • Antibiotici
Degli integratori alimentari specifici possono rafforzare le naturali difese immunitarie dell'organismo e ripristinare l'equilibrio della flora batterica intestinale.

La brochure informativa di "Flora batterica" comprende i nomi e le informazioni su questi integratori alimentari.
 
Prezzo € 18,90

Si precisa che il corrispettivo di € 18,90 è riferito alla sola informazione/esperienza richiesta.


Le spese di spedizione di € 8,00* sono a tuo carico se l'importo totale degli acquisti non è uguale o superiore a € 47,80*. * Vedi eccezioni
 
DIRITTO DI RECESSO
 
Errore, si prega di riprovare
Errore, si prega di accettare i diritti di recesso
Argomento aggiunto correttamenteVedi Carrello carrello
Aggiungi al Carrello
  disponibile

APPROFONDIMENTO
Informazioni tratte da varie fonti
Le informazioni che seguono hanno scopo puramente informativo e non devono mai essere ritenute una diagnosi o considerate un parere medico o scientifico. Quindi tali informazioni non possono e non devono sostituire mai il parere e la diagnosi del medico. Allo stesso modo eventuali prodotti presentati non possono sostituire terapie che sono di esclusiva pertinenza del medico.

FLORA BATTERICA

La flora batterica, sono dei microrganismi che popolano il tratto gastrointestinale.

La flora intestinale inizia a svilupparsi già nei primi giorni di vita, in cui i batteri raggiungono la concentrazione massima, poi in circa due anni matura fino a raggiungere una composizione maggiormente stabile, che, variando, dura per tutta la vita.

La flora batterica comprende circa 400/500 specie batteriche, delle quali 30/40 sono ampiamente rappresentate, costituendo sostanzialmente il 99% del totale della popolazione di microorganismi.

La più alta concentrazione di batteri presenti nella flora intestinale appartiene ai generi Bacteroides, Bifidobacterium, Eubacterium e Fusobacterium.
La composizione varia a seconda dei vari livelli del tratto intestinale; nello stomaco le condizioni particolarmente acide limitano un pò la crescita della flora; invece, man mano che si scende lungo il tratto digestivo, la concentrazione della flora aumenta, fino a livello del colon particolarmente denso di microorganismi.


A cosa serve la flora batterica?
  • Funzione metabolica, comprende l'assorbimento di ioni come calcio, magnesio e ferro, la digestione dei carboidrati non digeribili dall'uomo (come la cellulosa) e la sintesi di vitamine essenziali, come ad esempio quelle del gruppo B, acido folico. La funzione metabolica della flora intestinale aiuta quindi il nostro organismo a disporre di preziosi nutrienti, che migliorano l'attività muscolare, aumentano la nostra resistenza fisica e sono una fonte di energia rapida per il nostro cervello.
  • Funzione trofica, (nutritiva) della flora intestinale favorisce la crescita e il mantenimento delle cellule intestinali grazie alla stimolazione da parte degli acidi grassi a catena corta, che assicurano il giusto nutrimento.
  • Funzione protettiva, avviene mediante un effetto barriera che impedisce l'adesione e la penetrazione di patogeni e sostanze nocive a livello della parete intestinale. Inoltre si esplica anche attraverso la capacità  della flora intestinale di comunicare con il sistema immunitario per evitare l'attacco di batteri nocivi.

Come ripristinare la mucosa intestinale?

Si tratta come prima cosa di eliminare tutti i fattori nocivi che la alterano, rimettendo in equilibrio la flora batterica intestinale. Per arrivare a questo buon equilibrio si deve intervenire eliminando i batteri nocivi utilizzando due piante medicinali, vale a dire l'aglio e l'idraste.
  • L'idraste è indicata contro tutte le infezioni che possono colpire l'intestino e non solo ed è molto utile quando ci sono batteri tossici nell'intestino, infatti è in grado di uccidere i batteri e di evitare che se ne formino degli altri. Da prendere solo dopo aver consultato il medico per avere conferma dell'esistenza di batteri nocivi.
  • L'aglio è molto utile per eliminare dall'intestino i microrganismi tossici in particolare i miceti. Inserire l'aglio nella nostra alimentazione nell'ambito di una dieta sana ed equilibrata è un modo naturale per evitare la formazione di miceti nell'intestino. L'aglio è in commercio anche sotto forma di capsula o macerato. Prima dell'uso consultare sempre il medico per avere conferma dell'esistenza di batteri nocivi. (Attenzione!: L'aglio può abbassare la pressione sanguigna). Per eliminare l'inconveniente dell' alito pesante, masticare un pezzo di radice di liquirizia oppure masticare una fetta di limone o di arancia.
I probiotici e prebiotici sono utili?
  • I probiotici sono microrganismi, batteri benefici all'intestino, in grado di favorire la digestione e di sintetizzare le vitamine quali quelle del gruppo B e l'acido folico. Sono anche in grado di ridurre il colesterolo nel sangue, di stimolare le difese immunitarie e di neutralizzare le sostanza cancerogene.
I probiotici si trovano: negli yogurt, nel miso di riso e in altri formaggi. Si dovrebbe assumere i batteri del ceppo lactobacilli mangiando latticini che li contengono oppure sotto forma di capsule e lontano dai pasti i batteri del ceppo bifidobacteria.

  • I prebiotici sono batteri benefici in grado di riequilibrare l'intestino. Questi batteri sono presenti negli oligosaccaridi, vale a dire nei fruttooligosaccaridi, si trovano naturalmente nelle banane.


Altri aiuti per l'intestino possiamo ottenerli:


con l'introduzione nella nutrizione della quercetina che è un bioflavonoide naturale, in grado di ridurre l'irritabilità dell'intestino ed è anche in grado di aiutare la guarigione della mucosa dell'intestino. Bere due litri di acqua meglio se naturale. E' utile al riequilibrio della flora batterica anche il lievito di birra, da assumere nella misura di un cucchiaio sciolto in un bicchiere di acqua, ogni mattina a digiuno prima di fare la colazione. (Consultare il medico).

Cosa può danneggiare l'intestino?

Uno delle cause che possono danneggiare l'intestino è l'utilizzo di farmaci antinfiammatori, il consumo di alcool, alimenti che danno allergia,sostanze chimiche e molto altro. Per cui per proteggere l'intestino si deve fare attenzione a come ci si nutre.

Un altro danno all'intestino è provocato dai radicali liberi, quindi per neutralizzarli si tratta di assumere antiossidanti naturali che possiamo ricavare dalla nutrizione, quali la vitamina e, il betacarotene, l'acido ascorbico, lo zinco e il selenio.

Per assumere vitamina E , mangiare germe di grano, frutta oleosa, semi crudi, erba medica, lievito di birra, cavolo, spinaci e asparagi. Invece per introdurre betacarotene, si deve mangiare carote e zucca. Per avere zinco consumare cereali integrali, fegato sia di manzo che di vitello e verdura a foglie. Per introdurre selenio, nutrirsi aggiungendo noci brasiliane, pesce, uova e fegato. L'acido ascorbico invece lo troviamo nella frutta. 


Degli integratori alimentari specifici
possono rafforzare le naturali difese immunitarie dell'organismo
e ripristinare l'equilibrio della flora batterica intestinale.


La brochure informativa di "Flora batterica" comprende i nomi e le informazioni su questi integratori alimentari.
 
Prezzo € 18,90

Si precisa che il corrispettivo di € 18,90 è riferito alla sola informazione/esperienza richiesta.


Le spese di spedizione di € 8,00* sono a tuo carico se l'importo totale degli acquisti non è uguale o superiore a € 47,80*. * Vedi eccezioni
 
DIRITTO DI RECESSO
 
Errore, si prega di riprovare
Errore, si prega di accettare i diritti di recesso
Argomento aggiunto correttamenteVedi Carrello carrello
Aggiungi al Carrello
  disponibile

Grazie per aver inserito una recensione! A breve verrà controllata e successivamente pubblicata.

Lascia la tua recensione

Scarso           Ottimo

Errore, si prega di riprovare.



Ciò che in questa pagina ho descritto ha il solo scopo di informare come io opero sulla mia persona; non intendo consigliare, potrei anche sbagliare a seguire tale metodo, quindi prima di ogni vostra iniziativa personale è necessario che chiediate al vostro medico cosa è più adatto alla vostra persona. leggere LEGAL DISCLAIMER



Attenzione: il sito propone contenuti a solo scopo informativo che non possono mai sostituire la consulenza di un medico.